W3 Women-Work-Welfare

In collaborazione con:

Skill creative, digitali e ibride per il lavoro che cambia… in 6 pillole

Il Gruppo Umana è promotore del progetto “Women-Work-Welfare”, focalizzato sul rafforzamento del ruolo delle donne all’interno delle imprese e sulla diffusione di una cultura di equità di genere e pari opportunità in ambito lavorativo.

Il progetto, sviluppatosi nell’arco di un anno, ha coinvolto oltre 30 imprese – di dimensioni e settori diversi – e più di 200 lavoratrici, in percorsi formativi volti al rafforzamento di competenze chiave (tecniche e trasversali) utili per agevolare percorsi di carriera e di empowerment.

Il progetto è stato realizzato grazie al coinvolgimento di Valore D e Jointly il Welfare Condiviso, organizzazioni riconosciute a livello nazionale che quotidianamente operano a supporto della parità di genere e del benessere collettivo.

I punti chiave di questo percorso di collaborazione sono stati raccolti in una serie di pillole video, che ci auguriamo possano dare continuità alle riflessioni avviate grazie al progetto e raggiungere una platea sempre più ampia.

La leadership di genere

Secondo il nostro ancoraggio culturale, quando dobbiamo pensare a un leader, pensiamo perlopiù a un uomo, perché nei nostri cassetti mentali sono depositate molte più immagini di leader uomini.

Questo fenomeno rappresenta una delle cause per cui, nonostante non ci siano mai state ricerche o evidenze che dimostrino che la leadership maschile sia più efficace di quella femminile, soltanto il 17% delle posizioni apicali all’interno delle aziende è occupato da donne.

Come agire per invertire questa tendenza?

La pillola analizza il problema e presenta soluzioni concrete, comportamenti che possono fare la differenza.

In collaborazione con Valore D

Unconscious bias

I pregiudizi inconsci sono scorciatoie mentali che il nostro cervello mette in atto per prendere decisioni più rapide. Sono una forma di comportamento mentale evoluto, costituiscono forme di adattamento che hanno lo scopo di aiutarci.

Alcune volte, però, ci portano inconsciamente a prendere decisioni non ponderate sull’effettivo merito o sulle capacità di chi ci troviamo a giudicare.

Come riconoscere questo meccanismo inconscio?

La pillola affronta la questione degli unconscious bias per favorire una maggiore consapevolezza e, quindi, per contribuire a scelte più eque e meritocratiche.

In collaborazione con Valore D

Percorso di carriera

Perché fare carriera è così difficile?

La difficoltà maggiore non è tanto iniziare un percorso lavorativo, quanto far sì che questo percorso si sviluppi in modo soddisfacente, garantendo una carriera in linea con le proprie aspettative e sostenibile nel medio-lungo periodo.

In questa pillola sono presentati i principali spunti da seguire per impostare il proprio progetto di crescita professionale, per una carriera lavorativa e uno sviluppo individuale appaganti.

In collaborazione con Uomo e Impresa, azienda del Gruppo Umana

Transizione di carriera

Da dove si parte quando si cerca un nuovo lavoro?

Le motivazioni che ci spingono a cambiare lavoro sono molteplici e di varia natura.

In tutti i casi, però, ci sono dei fattori comuni e individuarli ci permette di gestire il cambiamento e di affrontarlo nel migliore dei modi.

In questa pillola sono presentati gli aspetti chiave da considerare nella ricerca e nella scelta di un nuovo impiego, per evitare passaggi a vuoto e ripensamenti tardivi.

In collaborazione con Uomo e Impresa, azienda del Gruppo Umana

Smart caring

Smart Caring significa prendersi cura di qualcuno, aiutarlo in modo mirato, semplice e allo stesso tempo immediato anche di fronte a situazioni difficili. Un’azione necessaria soprattutto in momenti di cambiamento, quindi complessi e dai contorni poco chiari. 

Ma come è possibile diventare facilitatori di cambiamento e contribuire a organizzazioni accoglienti?

Questa pillola si focalizza sugli elementi utili a rispondere in modo concreto a questa domanda, per partecipare attivamente ad un’evoluzione organizzativa sempre più smart e inclusiva. 

In collaborazione con Jointly il Welfare condiviso

Inclusione e benessere

Ognuno di noi ha necessità specifiche, che dipendono dal genere o dall’età – le così dette “diversità visibili” – ma anche dalla nostra storia personale, dalla nostra cultura o dall’appartenenza religiosa.

E per favorire l’inclusione delle persone, tutelando la diversità di ogni individuo, il welfare aziendale rappresenta una leva strategica fondamentale. 

Questa pillola si concentra sugli elementi che rendono i piani di welfare efficaci nel favorire una cultura aziendale che valorizzi il potenziale del singolo collaboratore e liberi innovazione e creatività.

In collaborazione con Jointly il Welfare condiviso

Webinar W3

Women-Work-Welfare

Leadership, smart caring, piani di carriera, consapevolezza delle emozioni nella gestione dei team: sono solo alcuni dei temi che sono stati trattati nel corso del talk conclusivo del progetto “Women-Work-Welfare”.

Moderate da Roberta Bullo, direttore di Itinere, sono intervenute: Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana, Barbara Falcomer, Managing Director di Valore D, Gianlorenzo Sosso, Direttore Commerciale di Jointly il Welfare condiviso, Giovanna Brunelli, Project Manager di Umana Forma, Mara Cappozzo, HR Manager di Confezioni Peserico S.p.A., Arianna Conca, Global Learning, Wellbeing, Diversity&Inclusion Manager di CHIESI HQ, Paola Mirioni, People Engagement, DE&I Lead di KPMG Italy.

Per maggiori informazioni potete contattarci compilando il form sottostante.

    * i campi contrassegnati con un asterisco sono obbligatori

    Dichiaro di aver letto e compreso le informazioni rese ai sensi dell’art. 13 Reg. (UE) 2016/679 - GDPR (link) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi previste