i

News

Eventi

Opportunità di Lavoro


Il Premio Campiello, il prestigioso concorso letterario nazionale organizzato dagli Industriali del Veneto, è arrivato a Bologna.
Ed è arrivato grazie a Umana, main partner del Premio, che con la collaborazione di Fondazione Il Campiello e il patrocinio di Confindustria Emilia Area Centro, il 5 luglio ha ideato e realizzato la tappa bolognese degli Incontri con la Cinquina Finalista, riunendo gli autori in una serata inedita nella prestigiosa sala della Cultura di Palazzo Pepoli, Museo della Storia di Bologna. A parlare di storie, di libri, di cultura, e di impresa.
Al centro di questo prestigioso appuntamento bolognese sono stati gli scrittori e il loro libri: Ermanno Cavazzoni con il suo La galassia dei dementi (La nave di Teseo), Davide Orecchio con Mio padre la rivoluzione (Minimum Fax) e Francesco Targhetta con Le vite potenziali (Mondadori).

Elena Janeczek e il suo La ragazza con la Leica (Guanda) e Rosella Postorino con Le assaggiatrici (Feltrinelli), sono state invece protagoniste – e per certi versi attrici – di due short film proiettati nel corso della serata nei quali hanno raccontato i propri libri in una intervista girata fra Venezia (dove idealmente nasce il Premio Campiello) e Bologna.

A condurre l’evento, e attore protagonista anch’egli dei due “corti”, Giorgio Comaschi, giornalista, attore e scrittore a propria volta.

Fra i saluti istituzionali quelli del Presidente Genus Bononiae Fabio Roversi-Monaco, del Presidente di Confindustria Emilia Area Centro Alberto Vacchi, dell’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore e del Presidente di Confindustria Veneto e della Fondazione Il Campiello Matteo Zoppas.

È proprio l’incontro la caratteristica, e il successo, di questo prestigioso premio letterario – ha detto Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana -. Umana ha voluto condividere con Bologna lo straordinario percorso di Confindustria Veneto perché crede nel motore della cultura, che è in grado di costruire ponti, creare incontri, generare relazioni ed amicizie, trasferire conoscenza ed eccellenza. E lo fa attraverso il filo rosso dei libri e delle storie in essi raccontate. Impresa e cultura sono il nostro patrimonio collettivo, fondamentali fattori di crescita economica e sociale. Sono pietre angolari su cui possiamo far crescere valori, innovazione, creatività. E qualità del capitale umano”.

Durante la serata gli invitati e i media accreditati hanno potuto incontrare gli autori, e ascoltare alcuni brani tratti dai loro testi, letti in un coinvolgente reading dagli attori bolognesi Martina Sacchetti e Alessandro Pilloni, accompagnati da brani musicali eseguiti dall’Orchestra Senzaspine.
Umana e il Premio Campiello 2018 (corto). Parte 1 di 3
Giorgio Comaschi e il viaggio alla scoperta del Campiello, tra Bologna e Venezia.

“…Bologna e Venezia, Venezia e Bologna, anche perché questa è anch’essa una città d’acqua. Insomma devo dirvi la verità, mi è venuta una irrefrenabile voglia di andare a Venezia, di respirare un po’ l’ambiente, quell’aria di Laguna. Volevo capire quanto di Bologna c’è a Venezia e quanto di Venezia c’è qui. E allora son partito…”

Umana e il Premio Campiello 2018 (corto). Parte 2 di 3
Giorgio Comaschi incontra Helena Janeczek

Prosegue il viaggio di Giorgio Comaschi per le calli veneziane che lo porteranno all’incontro con Helena Janeczek per parlare del suo libro: “La ragazza con la Leica”.

Umana e il Premio Campiello 2018 (corto). Parte 3 di 3
Giorgio Comaschi incontra Rosella Postorino

Tra sogno e realtà, Giorgio Comaschi incontra Rosella Postorino che racconta il suo “Le assaggiatrici”.

Articoli Correlati

Si è conclusa la 59^ edizione del Premio Campiello

Vince Giulia Caminito con “L’acqua del lago non è mai dolce”, Bompiani. Umana consegna il Premio Opera Prima a Daniela Gambaro Giulia Caminito, con il romanzo “L’acqua del lago non è mai dolce” (Bompiani), ha vinto la 59^ edizione del Premio Campiello, il concorso di...

Umana partner della 59^ edizione del Premio Campiello

Umana sostiene anche quest’anno, in qualità di main sponsor, il Premio Campiello, il concorso nazionale di narrativa italiana contemporanea promosso dalla Fondazione il Campiello, giunto alla 59^ edizione. E lo fa oggi con ancor più convinzione, in un momento nel...