i

News

Eventi

Opportunità di Lavoro


Nasce la partnership con Welion-Generali

Una consulenza medica telefonica, 7 giorni su 7 dalle 8.00 alle 24.00, a disposizione degli assistiti e dei loro familiari, con l’opportunità di ottenere consigli medici, referti via email, valutazione dei referti e tele-prescrizione dei farmaci necessari.

È questa la risposta di Umana, e della sua Area Specialistica Servizi alla Persona, alle difficoltà emerse in questi mesi nelle famiglie e nei nuclei seguiti da un assistente familiare. Realtà spesso delicate, nelle quali un anziano, il più delle volte solo, è accompagnato da una persona che, seppur formata, non ha competenze sufficienti ad affrontare situazioni di emergenza o semplicemente rispondere alla famiglia e alle preoccupazioni che emergono nell’anziano fragile.

Per affrontare con competenza situazioni delicate, per intervenire tempestivamente se serve, o semplicemente per dare tranquillità e sicurezza ad operatori ed assistiti in un ambito familiare fragile, ancor di più in questo momento storico, Umana ha costruito una partnership con Welion, società del Gruppo Generali specializzata in programmi di welfare e servizi dedicati alla salute. L’obiettivo è accompagnare la somministrazione di Assistenti Familiari attraverso l’integrazione di un servizio sanitario gratuito, in teleconsulto, per i propri assistiti (e i familiari conviventi di primo grado).

Grazie al Teleconsulto, gli assistiti e i loro familiari avranno l’opportunità di ottenere consigli medici, referto via email, valutazione dei referti e tele-prescrizione dei farmaci necessari.

Inoltre, la partnership prevede anche l’erogazione di una Welion Card, una “carta” che offre accesso alle migliori strutture sanitarie a tariffe agevolate, senza bisogno di sottoscrivere una polizza assicurativa.

“Sicurezza, tranquillità, risposte veloci e adeguate: la pandemia ha impattato pesantemente anche sull’assistenza agli anziani in casa e situazioni già delicate, in contesti sensibili, hanno sollevato preoccupazioni, paure e problematiche prima inimmaginabili. I nostri assistenti familiari – spiega Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana – sono formati, sono preparati, ma non possono e non devono affrontare temi medico-sanitari. Ecco allora la nascita di un servizio aggiuntivo, gratuito, a disposizione dell’ambito familiare in cui l’anziano vive. Per noi una partnership di valore, una collaborazione e un impegno importante per offrire un servizio aggiuntivo, gratuito per chi lo riceve, che oggi può rivelarsi davvero indispensabile per l’anziano e la sua famiglia”.  

Articoli Correlati

Con Umana per la prima volta ad Alba il Premio Campiello

È nelle meravigliose Langhe, nell’ambito di Alba Capitale della Cultura d’Impresa e in collaborazione con Confindustria Cuneo, che Umana ha scelto quest’anno di portare il Premio Campiello, il concorso nazionale di narrativa italiana contemporanea promosso dalla...